logo marina mariani, illustratrice vicenza illustratrice marina mariani

Cresciuta a Milano, si è formata con studi di tipo artistico e scientifico.
Professionalmente ha collaborato, per oltre vent'anni, con importanti Agenzie Pubblicitarie e Case Editrici, inoltre ha insegnato presso il dipartimento di Illustrazione dell'Istituto Europeo di Design di Milano, istituti privati di grafica e design a Verona e Vicenza.
Attualmente risiede in Veneto e, oltre ad aver svolto la propria attività presso l'Ufficio Cultura della sua città per la cura dell'immagine e l'organizzazione di mostre ed eventi artistici, si dedica alla pittura, alla scrittura, ai "Libri d'artista" e all'insegnamento del disegno e delle tecniche pittoriche attraverso l'Educazione Visiva. E' Art Counselor (Counseling Espressivo), diplomata presso la Scuola Superiore di Counseling di Bassano del Grappa, con specializzazioni in Mediazione Artistica ed in Mediazione Familiare.
email illustrazione

illustrazione, editoria, libri, illustratrice vicenza
illustrazione, pubblicità, disegno, arte, vicenza
L’Illustrazione è l’immagine che in Pubblicità e in Editoria accompagna e completa il testo scritto. Essa non è affatto un accessorio, bensì la veste preziosa di un concetto, un prodotto o un progetto e contribuisce in maniera determinante al successo della comunicazione del messaggio verso il proprio pubblico. Usando le tecniche più varie e gli stili ogni volta più idonei e richiesti dalla committenza, i soggetti si ritrovano in bella mostra su riviste di botanica o libri per l’infanzia, su confezioni di giochi, pasta e biscotti, burro e marmellate… ed è divertente guardarle per il semplice fatto che è divertente realizzarle.
pittura, artista, disegno, vicenza
pittura, grafica, illustrazione, tecnica
La Pittura è l’arte di rappresentare idee ed emozioni con l’uso del disegno e dei colori affidati ad una superficie adeguata. Il tema de “La vita è sacra” è sempre stato presente nei lavori di tutta un’esistenza, raccontato in vari stili grafici e con tecniche giuste per ogni momento.
Non c’è nulla di mistico, ma c’è la necessità di essere accompagnata dai linguaggi anche antichi di altri artisti che hanno visitato questa esperienza estrema e magnifica. Ecco perciò il bisogno di parlare del ‘magnifico’, e del ‘terribile’, che abbiamo costantemente davanti ai nostri occhi e dentro di noi e che esprimiamo troppo poco, per segrete paure o umana timidezza.
tecniche di stampa, immagine, illustratrice
tecniche di stampa
Le immagini realizzate su una lastra di materiale vario e poi stampate su carta vengono solitamente divise in tre categorie: le incisioni “in rilievo” , le incisioni “in cavo” e le stampe “in piano”. Tra le prime rientrano le opere ottenute inchiostrando solo le parti in rilievo della lastra che può essere in legno, linoleum o altro; nelle incisioni in cavo, invece, vengono inchiostrati i solchi (detti cavi) eseguiti su lastra di metallo (rame, zinco), plexiglas o altro. Infine la stampa “in piano” è così chiamata perché la lastra non viene incisa ma semplicemente disegnata o dipinta (monotipo, litografia, serigrafia o altro). Da ogni lastra lavorata (matrice) è possibile ottenere più copie di stampa che vengono poi numerate.
Il ‘segno’ è la traccia grafica della nostra energia vitale: il nostro corpo diventa strumento di capacità espressiva, aiutata da altri curiosi importanti strumenti che ci portano a giocare come bambini per poter raccontare, anche a noi stessi, la nostra storia.
Libro e taccuino d'artista, disegno creativo
libro e taccuino d'artista
I “Libri d’artista” sono opere d’arte vere e proprie, nati con Petrarca e sviluppati dalle avanguardie storiche del Novecento: ‘pezzi unici’ o numerati in serie limitate a pochissimi esemplari, vengono realizzati con le tecniche più varie partendo dalla costruzione del libro stesso, anche dalla preparazione della carta fatta a mano, e mostrano attraverso testi ed immagini il racconto poetico dell’artista in modo sensoriale, visivo-tattile.
I “Taccuini d’artista” sono anch’essi un genere, diverso dal ‘Libro d’artista’, dal ‘Diario’ e dalla ‘Poesia visiva’: si tratta di un atteggiamento poetico di documentazione quotidiana del lavoro creativo, un percorso nascosto fatto di segni, parole, immagini, …una disciplina narrativa che testimonia l’energia segreta delle emozioni.
La "Mail Art" è un'opera artistica inviata come messaggio: cartolina illustrata, busta decorata con relativa lettera, francobollo e timbro personalizzati, ecc. Realizzata con le tecniche più varie sia manuali, pittoriche e di stampa.
L'"Ex libris" è un etichetta illustrata che vuol dire "dai libri di..." che si stampa su carta adeguata e quindi si applica su un proprio libro come segno di appartenenza. E' un impronta personale creativa e sensibile che comunica 'un messaggio oltre il messaggio' e caratterizza in modo estremamente interessante e misterioso il proprietario del libro stesso.
educazione visiva, illustrazione, vicenza

illustratrice, scrittura
Seguendo l’insegnamento della ricercatrice ed educatrice americana Betty Edwards, che ha sviluppato il proprio lavoro secondo gli studi del neurobiologo americano Roger Sperry (Nobel per la Medicina nel 1981, per la ricerca fatta sulla differenza che esiste tra gli emisferi cerebrali), si può affermare che il suo libro “Disegnare con la parte destra del cervello” (pubblicato in Europa dal 1979) è diventato ormai un punto di riferimento fondamentale per chi desidera imparare a disegnare (…e non solo!).
Il procedimento, diverso dall’insegnamento di tipo accademico, consiste nel recuperare, attraverso l’esecuzione di esercizi specifici, la propria attenzione e potenzialità visiva, quella che ognuno possiede da bambino e che crescendo viene condizionata dallo sviluppo della razionalità relativa soprattutto all’educazione scolastica.
La tendenza naturale del cervello favorisce la funzione logica dominante del linguaggio che è propria della parte sinistra: la strategia di questo metodo consiste nel togliere potere al linguaggio mediante il “vedere per disegnare”.
Per riuscire a disegnare un qualsiasi soggetto è necessario utilizzare alcune capacità percettive proprie della parte destra del cervello: la percezione dei contorni, degli spazi, dei rapporti, delle luci e delle ombre e quindi del tutto; a queste si possono aggiungere la memoria e l’immaginazione. In questo modo il linguaggio mentale “tace”, “non da definizioni” a ciò che è visto.
“Guardare le cose per vederle” al punto da poterle disegnare comporta il raggiungimento di questo “silenzio mentale” che “va bene” e “fa bene” (come, in diverso modo, possono farlo la meditazione o il training autogeno): quindi si può constatare che questo particolare tipo di apprendimento del disegno ha anche un suo importante esito terapeutico. Betty Edwards propone con il suo metodo una serie di esercizi che stimolano le abilità percettive e creative proprie della parte destra del cervello, opposte alle caratteristiche analitiche e logiche della parte sinistra: conoscendo e sviluppando le funzioni dei due emisferi cerebrali, oltre ad imparare a disegnare, si migliora la qualità della propria crescita personale.
art consueling, consuelor, thiene, vicenza
illustratrice, scrittura
Il Counseling è il “prendersi cura dell’altro”, è la “relazione di aiuto” che si instaura quando l’altro incontra il disagio nell’affrontare la propria vita.
L’Art Counseling è l’insieme delle espressioni artistiche che si propongono all’interlocutore come trattamento per riconoscere ed esprimere le emozioni che stanno all’origine del disagio. Questo tipo di aiuto permette di raggiungere una maggiore consapevolezza del proprio ‘essere’ nel rapporto con se stessi, con gli altri e con la realtà, arricchendo le proprie capacità espressive e comunicative sia verbali che non verbali, accrescendo l’autostima mediante l’atto creativo e sviluppando le capacità sensoriali e percettive.
Il Counselor interviene sia a livello individuale che di gruppo e può essere utilizzato in vari ambiti: educativo, riabilitativo, nei programmi di recupero e sempre per un miglioramento del rapporto mente – corpo.
scrittura, disegno, vicenza
illustratrice, scrittura
Quando la voce non basta, il gesto si interrompe o il segno ed il colore chiedono aiuto, arriva la scrittura.
La scrittura dunque accompagna la voce, i gesti, i segni ed i colori e con essi narra l’esistenza di ognuno: nessuno potrà dire di non aver visto, sentito e capito quello che è stato testimoniato riguardo alle “cose della vita”, in qualsiasi luogo ed in qualsiasi tempo…per qualsiasi ragione.
 

Tutte le immagini presenti nel sito sono soggette alla tutela del diritto d'autore secondo la Legge del 22 aprile 1941 n. 633 per cui è vietato l'utilizzo, la copia e la diffusione senza previa autorizzazione da parte dell'autrice.